Attività dell'Associazione

Oltre a sostenere e promuovere il «Bollettino Storico Piacentino» e la Biblioteca Storica, l'Associazione svolge altre attività, curate per l'aspetto scientifico dalla Direzione e dal Comitato di redazione del «Bollettino»; ne diamo un rendiconto sommario, rimandando per più dettagliate informazioni sulla vita dell'Associazione negli anni 1990-1998 all'apposita rubrica nell'ultimo fascicolo di ogni annata del «Bollettino».

La prima iniziativa dell'Associazione è stata l'acquisizione, per dono della famiglia, del carteggio di Stefano Fermi (1990) e la sua valorizzazione: è stato subito conferito un incarico a Manola Perugi per l'avvio del riordinamento (1991) ed è stato stipulato un accordo con la Soprintendenza ai beni librari e documentari della Regione Emilia Romagna (1993) per l'assunzione da parte della stessa del suo completamento mediante la conferma dell'incarico: il carteggio riordinato è stato depositato presso l'Archivio di Stato di Piacenza. Più recentemente (2005) un altro accordo è stato stipulato con la Biblioteca Comunale Passerini Landi di Piacenza per l'inventariazione delle lettere a Stefano Fermi conservate presso di essa in diversi manoscritti; infine sempre con la Passerini Landi e l'Archivio di Stato (2006) si è stipulato un ultimo accordo per l'informatizzazione del catalogo del Carteggio Fermi, da rendere accessibile attraverso il sito internet del «Bollettino». Inoltre in occasione del Centenario del «Bollettino» (2005) l'Archivio di Stato ha provveduto al riordino delle Carte Fermi non ancora inventariate.

Per quanto riguarda le iniziative di studio e ricerca, l'Associazione ha organizzato o contribuito all'organizzazione di diversi convegni: su Giuseppe Taverna (15 maggio 1993), su Pietro Giordani letterato (20 maggio 1995), su «Giacobini e opinione pubblica nel ducato di Piacenza (1796-99)» (27-28 settembre 1995), su «Giordani Leopardi 1998» (2-4 aprile 1998), su «Stefano Fermi e il Bollettino Storico Piacentino» (29 novembre 2005). Gli Atti relativi sono stati pubblicati nella Biblioteca Storica.

L'Associazione si è anche preoccupata di predisporre strumenti bibliografici: ha avviato un aggiornamento, a cura di Massimo Baucia, della parte piacentina della Bibliografia generale delle antiche province parmensi di padre Felice da Mareto (1993), confluito nel RIBAP della Passerini-Landi; ha affidato a Daniela Morsia un incarico per la redazione degli indici del «Bollettino» (2004), in corso di elaborazione con la consulenza della stessa Passerini-Landi; ha fatto predisporre da Cecilia Lala la Bibliografia degli scritti di Ferdinando Arisi (2005) pubblicata nella Biblioteca Storica.

L'Associazione ha inoltre sostenuto - nei limiti delle proprie risorse - le istituzioni culturali locali. Per l'Archivio di Stato ha finanziato il completamento della duplicazione dei microfilm dell'Archivio del Monastero di San Colombano di Bobbio conservato presso l'Archivio di Stato di Torino (1993); ha provveduto alla ricostruzione virtuale del Diplomatico del Monastero di Chiaravalle della Colomba mediante la riproduzione in microfilm delle pergamene disperse in vari fondi dell'Archivio di Stato di Parma (1994); e ha sostenuto le spese di restauro di un ms. secentesco con una Vita di San Rocco nell'Archivio privato Pallastrelli (2006): sempre presso l'Archivio di Stato ha depositato le fotografie, con i relativi negativi, dei frammenti di manoscritti della Biblioteca Capitolare di Sant'Antonino (1996). Per la Passerini-Landi, ha assegnato un incarico a Cecilia Magnani per l'inventariazione delle carte di Luciano Scarabelli depositate presso di essa (2007); e della Passerini-Landi, nella persona del Conservatore del Fondo antico, Massimo Baucia, ha ottenuto il supporto nella progettazione degli strumenti bibliografici del sito internet dell'Associazione in via di realizzazione.

Sempre nei limiti delle proprie risorse, l'Associazione si è anche preoccupata di evitare la dispersione di materiali e testimonianze storiche d'interesse piacentino: ha così acquistato sul mercato antiquario una raccolta del «Bollettino Storico Piacentino» per l'archivio della rivista e documenti vari alcuni donati alla Passerini-Landi e altri depositati presso l'Archivio di Stato fra i materiali di proprietà dell'Associazione stessa.